La rivista Mediares

La diffusione della pratica della mediazione nei diversi contesti di vita dell’individuo ha determinato la nascita, negli ultimi anni, di numerose scuole di formazione. La necessità da un lato di garantire la professionalità del mediatore e, dall’altro, di delineare spazi di collaborazione con le altre discipline che si occupano delle “relazioni umane”, ha impegnato i centri di settore nella realizzazione di programmi formativi rispondenti a standard comuni e nell’ attivazione di esperienze di altre categorie professionali.

Forte è, però, l’esigenza di creare un’occasione costante di scambio, studio e confronto tra le diverse scuole di formazione.

I nostri operatori hanno, perciò, pensato di dar vita ad una rivista che raccolga le riflessioni di mediatori, operatori del diritto e studiosi della mediazione.

L’aspirazione è stata quella di avviare, attraverso tale modalità, un cammino di crescita culturale e di condivisione delle attività, fornendo altresì un quadro aggiornato dei centri di mediazione esistenti in Italia.

Viene pubblicato, nel settembre 2000, il numero unico di Mediares, che viene presentato al Congresso del Forum Mondiale di Mediazione a Chia Laguna (CA) dal 27 settembre a 1 ottobre 2000, con la richiesta di numerosi studiosi presenti di collaborare con il comitato scientifico e di redazione con l'aspirazione di avviare un cammino di crescita culturale.

Nell'anno 2003, il C.R.I.S.I., l'Associazione GeA di Milano e alcuni esponenti del Dipartimento di Scienze Psichiatriche e di Medicina Psicologica dell'Università “La Sapienza” di Roma, a seguito di concorde decisione, decretano la nascita ufficiale della rivista.

La rivista Mediares è pubblicata da Edizioni La Meridiana e il Direttore Responsabile è Anna Coppola De Vanna.

Mediares è il titolo scelto per evidenziare la parola mediare, l'argomento di cui la rivista intende occuparsi principalmente, ma anche per ricordarci, attraverso l'uso dei due termini latini, che la cultura della mediazione non è un'acquisizione recente, ma costituisce un patrimonio profondamente radicato nella nostra storia.

 

Anche online, anche interattiva.
Visita il blog della rivista Mediares.

© 2009-2013 C.R.I.S.I. - tutti i diritti riservati