Restorative Justice

Cos’è?

E’ un approccio a considerare il reato principalmente in termini di danno alle persone. Ne consegue l'obbligo, in capo all’autore, di porre rimedio alle conseguenze lesive della sua condotta. A tal fine, si prospetta un coinvolgimento attivo della vittima, dell'autore e della stessa comunità civile nell’intraprendere percorsi che rigenerino l’equilibrio relazionale e sociale infranto dal reato.

Basi normative

La direttiva 29/2012/UE sulla tutela delle vittime nel processo penale al punto chiede agli Stati membri dell’Unione europea di introdurre la Restorative Justice (o giustizia riparativa o giustizia rigenerativa). In precedenza una serie di atti di soft law hanno disciplinato nell’ambito del diritto internazionale la Restorative Justice. Un primo atto di soft law emanato in questo settore è la Raccomandazione (99)19 del Consiglio d’Europa, in cui si definisce la mediazione penale che fornisce le linee-guida per l’emanazione delle legislazioni interne in materia di giustizia riparativa e per l’applicazione stessa nei Paesi in cui già è presente una disciplina in materia. Anche la Risoluzione del Consiglio Economico e Sociale del 27/07/2001 n. 14 definisce la mediazione penale ed ha un contenuto più ampio, rispetto alle Raccomandazioni del Consiglio d’Europa giacché fa riferimento alle diverse forme entro cui la giustizia ristorativa/riparativa si articola e che spesso attinge a tradizioni locali, come nel caso della Nuova Zelanda, dell’Australia, del Sud Africa, e prevedono un intervento non limitato al rapporto vittima/reo, ma esteso alle vittime indirette ed alla comunità di cui fanno parte. L’ISPAC , partendo dai documenti del decimo Congresso delle NU “Prevention of Crime and Treatment of Offender” , ha effettuato una ricognizione dei principali interventi considerati appartenenti al paradigma riparativo.

Cosa è richiesto agli Stati entro il 16 novembre 2015?

La direttiva 29 del 2012 prevede l’obbligo, da parte degli Stati, di garantire alle vittime di reato strumenti di tutela e di giustizia riparativa.

Le tipologie di intervento entro cui la giustizia riparativa può articolarsi sono differenti:

  • l’Apology
  • il Community/family Group Conferencing (FGC)
  • il Community/neighbourhood/victim Impact Statements
  • Il Community Restorative Board
  • Le Community/Peace-making Circles
  • il Community Service
  • i Compensation programs
  • la Diversion
  • Financial Restitution to Victims
  • il Personal service to Victims
  • Il Victim/community Impact panel
  • il Victim Empathy Groups
  • la mediazione vittima reo.

La figura richiesta

Nei centri di Restorative Justice sarà necessario inserire esperti di Mediazione penale e di Restoraive Justice che hanno seguito uno specifico corso di formazione. Il CRISI, Istituto di mediazione mediterranea, da tempo svolge attività di mediazione penale vittima-reo e forme indirette di restorative justice nell’esecuzione delle pene alternative alla detenzione e nel contesto carcerario.
 

© 2009-2013 C.R.I.S.I. - tutti i diritti riservati