Mediazione Interculturale

Il C.R.I.S.I. ha avvertito l'esigenza e la necessità di interventi di mediazione interculturale in un territorio che si va sempre più connotando come multietnico, multiculturale, multirazziale.

Il fenomeno dell'immigrazione pone l'attenzione di tutti sulla necessità di riconoscere le differenze culturali come risorsa, più che come problema. E' necessario quindi che ogni comunità sia in grado di accogliere l'iniziale, inevitabile “disordine” che tali presenze introducono nel contesto sociale e, successivamente, di costruire un ordine nuovo che si basi sull'integrazione tra le forme di cultura preesistenti e le nuove.

Gli obiettivi che si intendono raggiungere attraverso la mediazione interculturale sono:

  • valorizzare le differenze culturali attraverso il reciproco riconoscimento
  • consentire ai sistemi familiari immigrati di confrontarsi con i sistemi familiari della comunità accogliente
  • definire i rapporti e i legami sociali tra nuclei familiari di cultura diversa.

Attività  di formazione

2007 – 2008: Corso per “Mediatore Interculturale” – Por Puglia 2000-2006 – Complemento di Programmazione, Asse III, Misura 3.8 “Formazione Permanente”, azione a) “Percorsi Formativi” (D.D. n. 973 del 30/11/2006).

© 2009-2013 C.R.I.S.I. - tutti i diritti riservati