Ufficio di Mediazione civile e penale e attività di Restorative Justice

Ufficio di Mediazione Civile e Penale Ufficio di Mediazione Civile e Penale

Il primo Ufficio per la Mediazione Civile e Penale, gestito in via sperimentale dal C.R.I.S.I. – Centro Ricerche e Interventi sullo Stress Interpersonale, viene istituito a Barinel 1996, presso la Procura ed il Tribunale per i Minorenni di Bari.

E’ il primo ufficio in Italia ad occuparsi delle problematiche minorili a livello globale, nel rispetto delle caratteristiche del  modello mediativo adottato; si differenzia, quindi, dagli uffici di Milano e Torino – che pure nascono quasi contemporaneamente all’esperienza barese, ma limitatamente al settore penale – proprio in virtù di una diversità di pensiero circa il rapporto tra mediazione e riparazione, che scaturisce da un contesto socio-culturale diverso, nonché da un fare mediazione secondo linee guida differenti, pensate e sperimentate dagli operatori del C.R.I.S.I.

La globalità dell’intervento trova la sua ratio nel principio di universalità della mediazione; nella esperienza concreta essa si realizza sia nei confronti dei destinatari dell’attività che nei confronti degli operatori impegnati nel percorso mediativo.

L’attività parte a livello sperimentale ed è gestita dai mediatori del C.R.I.S.I. a titolo di volontariato presso l’ottavo piano del Tribunale per i Minorenni di Bari.

Nel 1998 viene sottoscritto un protocollo di intesa che coinvolge il Comune di Bari, la Provincia, la Regione Puglia, il Tribunale e la Procura minorili, il Centro Giustizia Minorile. Senza alcuna interruzione del servizio gestito dal Crisi, in seguito a tale protocollo, nel novembre 2001, viene istituito l’Ufficio Interistituzionale di Mediazione Civile e Penale, ubicato in Bari, alla via Amendola 189/b (ex sede IPPAI) in locali di proprietà della Provincia, finanziato dalla Regione Puglia in convenzione con il comune di Bari, su base triennale fino al 2007. Ad investire l’Ufficio dell’attività di mediazione è sempre e soltanto l’autorità giudiziaria e il servizio è gratuito per l’utenza.

L'Ufficio nella prima annualità ha gestito 60 casi, dei quali il 57% civili e 43% penali. Nella seconda annualità i casi sono 58 e aumenta la percentuale delle mediazioni civili (64%). Nella terza annualità i casi di mediazione familiare sono il 76% e, anche nel periodo che va dal 2005 al 2007 i casi di mediazione civile arrivano al 61%.

Dal 2007 al 2011 il CRISI, in assenza di finanziamento pubblico, mantiene la gestione del Servizio in forma volontaria nell’interesse dell’utenza e gestisce 132 casi.

Dal 2012 al 2014 il C.R.I.S.I. si aggiudica e gestisce il Servizio "Ufficio di Mediazione Giudiziaria Civile Penale della Provincia di Bari e gestisce 84 casi di mediazione, dei quali il 73% in ambito penale.

Organizza, inoltre, il laboratorio "Tra Teatro e Mediazione", rivolto ai minori dell'Area Penale sottoposti all'Istituto della messa alla prova e alle misure alternative alla detenzione, ospiti delle comunità insistenti nel territorio della Provincia di Bari.

Nel 2018 il C.R.I.S.I. gestisce il Servizio di Mediazione penale e Giustizia Riparativa in convenzione con il Centro Giustizia Minorile per la Puglia e la Basilicata. Dal 2019, e fino al 31 marzo 2020 gestisce il Servizio “Casa della prevenzione e della gestione dei conflitti” in convenzione con il Centro Giustizia Minorile per la Puglia e la Basilicata e il Comune di Bari.

Grazie al continuo confronto con gli altri attori istituzionali che operano nell’ambito della giustizia penale, la Cooperativa C.R.I.S.I. nel 2013 avvia una sperimentazione presso la Casa Circondariale di Bari aprendo uno sportello di Restorative Justice e nel 2015 stipula un Protocollo d’intesa con l’Istituto Penitenziario di Trani ed il Tribunale di sorveglianza di Bari. La sperimentazione presso l’Istituto Penitenziario di Trani è finalizzata ad avviare percorsi di mediazione penale tra detenuti e persone offese dal reato, nonché formazione ed aggiornamento per il personale dell’amministrazione penitenziaria di Trani, del Provveditorato Amministrazione Penitenziaria dell’UIEPE di Bari, sui temi della Restorative Justice e della mediazione penale.

Dal Gennaio 2017 la Cooperativa C.R.I.S.I. avvia una riflessione su questi temi con l’Ufficio UEPE di Bari, che sfocia nella approvazione di un progetto di collaborazione finalizzato a realizzare una sperimentazione di metodologia integrata per l’individuazione, l’accesso e l’attuazione di percorsi riparativi per gli imputati/indagati che richiedono all’UIEPE l’elaborazione di un programma di trattamento di messa alla prova.

Nel Settembre 2017, la Cooperativa C.R.I.S.I. e l’UIEPE per la Puglia e Basilicata sottoscrivono un accordo di collaborazione e successivo protocollo operativo, con lo scopo di“promuovere azioni congiunte di sensibilizzazione nei confronti della comunità locale rispetto al supporto e al processo di responsabilizzazione di persone in esecuzione penale; favorire la conoscenza e la sistematizzazione di attività riparative a favore della collettività o di mediazione penale tra il reo e la parte offesa; sperimentare forme di giustizia riparativa e di mediazione penale nell’ambito nei percorsi trattamentali predisposti per soggetti in regime di una misura alternativa alla detenzione o probativa, ponendo al centro la vittima e le sue prerogative di tutela e di protezione da ogni rischio di vittimizzazione secondaria.”

Il CRISI, inoltre, dal 2017 al 2019 partecipa, in qualità di capofila, al Progetto SAVE — JUST-AG-2016/JUST-AG-2016-07 - cofinanziato dal D.G. Just nell’ambito del programma Giustizia 2014-2020 - Bando: JUST-JACC-VICT-AG-2016 - Action grants to support transnational projects to enhance the rights of victims of crime), dando vita al Primo Servizio di Assistenza alle vittime di reato sul territorio barese. I positivi risultati conseguiti nella città di Bari, nell’arco del biennio progettuale hanno come naturale esito la formale adesione del Servizio SAVE alla RETE DAFNE ITALIA, sotto la nuova denominazione di RETE DAFNE PUGLIA (ufficializzata in data 26 settembre 2019).

© 2009-2020 C.R.I.S.I. - tutti i diritti riservati