Notizie

Giovedì 11 Febbraio 2010

Gioco leale

Daniele ha 17 anni; arriva all'Ufficio di Mediazione accompagnato dai genitori e dal suo avvocato,ha un'aria tesa e preoccupata: è stato querelato per ingiuria e minacce.

E' lì per incontrare il Sig. Mario, destinatario di tale comportamento, gestore dl centro sportivo dove Daniele è solito recarsi a giocare a calcetto con i suoi compagni.

Prima dello spiacevole episodio i rapporti tra i ragazzi frequentatori della struttura sportiva ed il sig. Mario erano sempre stati caratterizzati da cordialità e rispetto reciproci.

Lunedì 08 Febbraio 2010

Il costruttore di bare

I genitori e Giovanna sono seduti davanti a noi taciturni, il capo chino, l’espressione triste; la madre e la figlia sedute più vicine, il padre distante, un po’ periferico.

Quando cominciamo a chiedere di parlare del conflitto la madre esordisce dicendo che Giovanna è una ragazza ribelle, non ascolta, si comporta male, non va a scuola, nel corso dell’anno scolastico ha spesso «marinato» la scuola, falsificando la firma dei genitori nella giustifica e, quando l’hanno scoperta, hanno deciso di impedirle di continuare la frequenza scolastica, lasciandola chiusa in casa ed impedendole la frequentazione dei luoghi di aggregazione parrocchiale e le uscite con gli amici.

Mercoledì 20 Gennaio 2010

Ehi, tuttapposto?

Roberto e Andrea sono due ragazzi che vivono in un paesino di 2.000 abitanti della provincia di Bari.

Roberto ha 20 anni, Andrea 18, frequentano la stessa scuola, trascorrono il tempo libero nell’unica piazzetta del paese, come tutti i loro coetanei. Una mattina di tre anni fa, mentre sono insieme al solito gruppo di amici, cominciano a discutere animatamente, vengono alle mani e Roberto ha la peggio. Il coro dei coetanei schernisce Roberto che si è fatto menare da Andrea che è più piccolo.

Lunedì 04 Gennaio 2010

Il mattarello

Nel caso di Francesca e di sua madre, il conflitto, esasperatosi nel tempo, era esploso nel tentativo della madre di impedire a Francesca di allontanarsi da casa, minacciandola con un mattarello, che Francesca le aveva sottratto e col quale l'aveva a sua volta colpita.

Di fronte ai mediatori, Francesca, una ragazza di circa diciassette anni, e sua madre. Siedono in posizione rigida sulla sedia, il tronco in avanti, l'una verso l'altra; le mani sono serrate a pugno, che agitano l'una sul volto dell'altra ogni volta che parlano interrompendosi reciprocamente.

Lunedì 21 Dicembre 2009

Alessandra e Luca

Alessandra e Luca sono separati da quattro anni. La loro è stata una separazione molto conflittuale,e  dopo le cose sono andate sempre peggio. Hanno smesso di parlarsi, si evitano, se si incontrano riescono solo a litigare, anche violentemente, sono arrivati al punto di rivolgersi querele reciproche. Alessandra e Luca hanno due figlie Miriam e Francesca di 6 e 10 anni, affidate alla madre. La grande conflittualità tra i genitori ricade indirettamente sulle bambine, che in quasi un anno vedono il padre solo tre volte. Negli incontri individuali per la raccolta del consenso i mediatori registrano da parte dell’uno e dell’altra un grande bisogno di cambiare la situazione che stanno vivendo, ma anche una profonda sfiducia che questo possa accadere.

© 2009-2013 C.R.I.S.I. - tutti i diritti riservati